FiereedEventi

This page is also available in: English

Viale Espinasse 99 Milano.

/// Evento rinviato ///

Ercolano 1738: la fenice

La modernità del Neoclassico prende a modello il mondo classico riscoperto ad Ercolano e Pompei.
Mobili, suppellettili, oggetti d’arte, libri del ‘700 e dell’800 ispirati all’antichità.


“C’è qualcosa di prodigioso in una città che dopo secoli torna alla luce del sole”.
Con queste parole Mario Praz, nel suo libro Gusto Neoclassico, fa rivivere l’entusiasmo che suscitò ai tempi la riscoperta, sotto gli strati di lava solidificata, di Ercolano e Pompei, le due città romane seppellite dalla disastrosa eruzione del Vesuvio del 79 a.C..

Una scoperta casuale: nel 1709, nello scavo di un pozzo d’irrigazione, riaffiorano frammenti di alabastro e marmi pregiati. Ulteriori scavi portano alla luce colonne, iscrizioni, statue di marmo. Le prime ricerche sistematiche partono nel 1738, volute da Carlo III: riaffiora Ercolano. Nel 1748, sotto Civita, ecco Pompei.
Le notizie dei ritrovamenti fanno il giro d’Europa: artisti, studiosi, letterati, ma anche i giovani pupilli della nobiltà impegnati nel canonico Grand Tour, accorrono per vedere gli scavi e i reperti.

Il gusto settecentesco ritrova se stesso nelle pitture esposte nel museo di Portici. Le scoperte napoletane si uniscono a quelle romane contemporanee, alla costituzione delle grandi raccolte del Museo Pio-Clementino, voluto dai papi Clemente XIV e Pio VI per raccogliere i più importanti capolavori greci e romani custoditi in Vaticano, alla sistemazione delle collezioni delle ville Albani e Borghese, per dare vita ad un nuovo movimento artistico, il Neoclassicismo, che trova nell’antichità l’espressione ideale per i propri valori di equilibrio, compostezza, misura.
Gli studi del Winckelmann, che culminano con la pubblicazione della Geschichte der Kunst des Altertums nel 1764, consacrano il nuovo ideale di Bellezza universale.

Ti sei iscritto con successo alla nostra newsletter

Si è verificato un errore durante il tentativo di invio della richiesta. Per favore riprova.

Antiquariato e Arte a portata di click? Iscriviti per rimanere aggiornato su gli ultimi articoli.