Post Image

Coppia di apostoli

Jacob Cornelisz Cobaert detto Coppe Fiammingo (attribuibile a)

Terzo quarto del XVI secolo, bronzo

Le due sculture in bronzo a tutto tondo realizzate con la tecnica della cera persa, cesellate e rifinite a bulino. 

Un apostolo ha la barba corta, il capo è volto verso la sua destra e il volto contrito in un un’espressione dolorosa. Indossa una tonaca decorata con un motivo a martelletto, ad emulare una rete di tessitura, e  una toga decorata con elementi fitomorfi finemente realizzati a cesello. Nella mano destra sorregge una croce astile. L’altro apostolo è invece un uomo di età più avanzata e con la barba più lunga che arriva a toccargli il petto, lo sguardo rivolto verso il basso in atteggiamento assorto. Ha un abbigliamento simile a quello del compagno, ma la veste non presenta decorazione e la toga sovrastante, annodata sulla spalla, è cesellata con un motivo a greche. Sorregge un volume nella mano destra che può far ipotizzare si tratti di un evangelista.

 
Coppia di apostoli Jacob Cornelisz Cobaert
Coppia di apostoli Jacob Cornelisz Cobaert

Dovevano, quasi certamente, far parte in origine ad una composizione quale una croce o un altarolo di devozione privata, assieme ad altri bronzi simili. La mancanza di altri attributi e la non conoscenza dell’originario contesto di appartenenza, fondamentali chiavi di lettura per sciogliere l’identità degli effigiati, non consentono di poter indicare con certezza chi siano i due apostoli raffigurati. 

Dimensioni: 23x 14, 5 cm (misure massime)

 
Ispeziona l'oggetto

Analisi storico critica

I due bronzi possono essere collegati alla produzione di Jacob Cornelisz Cobaert detto Coppe Fiammingo, allievo prediletto di Giacomo della Porta, nella cui bottega si specializzò nella realizzazione di opere in bronzo decorato. I confronti più stringenti sono possibili con gli evangelisti realizzati per la croce di devozione privata, realizzata da Cobaert per un palazzo privato della nobiltà, assieme alla bottega di Gian Lorenzo Bernini e oggi conservato presso il Museo Nazionale del Palazzo di Venezia a Roma (1590 circa, inv. PV 13475). In particolare strette tangenze si notano nella modalità di realizzazione, attenta alla resa volumetrica e al movimento dei panneggi e nelle dimensioni aumentate delle mani e dei piedi, caratteristica che si ripete. 

Se i vestiti dei personaggi della croce d’altare sono privi di decorazioni, enfatizzando la lucentezza del materiale e la plasticità dei panneggi, quelli dei due esemplari in esame sono invece finemente lavorati a bulino, per creare decorazioni che movimentano le superfici e aumentano la resa volumetrica dei corpi. In particolar modo è interessante il motivo cesellato a martelletto, utilizzato per l’ornamento della tonaca di uno e la parte posteriore della toga dell’altro apostolo e che trova riscontro nella modalità con la quale sono trattati i panneggi e il fondo di un’altra opera attribuita a Jacob Cornelisz Cobaert, la Pietà realizzata su disegno di Giacomo della porta e conservata alla National Gallery of Art di Whashington (1569 circa).

 

Pietà ed un particolare del San Pietro Del Tabernacolo di san Luigi dei Francesi 1585
Confronto tra un particolare della pietà ed un particolare del San Pietro Del Tabernacolo di san Luigi dei Francesi 1585
Coppia di apostoli Jacob Cornelisz Cobaert
Tonaca di uno dei due apostoli
Pietà della National Gallery
La Pietà della National Gallery.

Per le vicinanze stilistiche nella cesellatura delle superfici più simile a quest’ultima opera, è plausibile una datazione dei due apostoli tra la seconda metà del settimo  decennio e l’inizio di quello successivo del XVI secolo. 

Bibliografia

Pietro Cannata, Museo Nazionale del Palazzo di Venezia. Sculture in bronzo, Roma, Gangemi Editore, 2011, pp. 142,154, n. 170.

– Michael Riddick, A renose Pieta by Jacob Cornelis Cobaert, 2017 

 

Contattaci per ricevere maggiori informazioni o per fissare un appuntamento

Oppure

Articoli correlati
Armatura Fine XIX secolo

Armatura fine XIX Secolo

Armatura Fine XIX secolo Modello di armatura in stile neo-rinascimentale della fine del XIX secolo. Tutte le superfici sono incise con motivi fitomorfi. Elmetto a

Leggi »
Coppia di apostoli Jacob Cornelisz Cobaert

Coppia di apostoli

Coppia di apostoli Jacob Cornelisz Cobaert detto Coppe Fiammingo (attribuibile a) Terzo quarto del XVI secolo, bronzo Le due sculture in bronzo a tutto tondo

Leggi »
Orologio da parete

Orologio da parete

Orologio da parete Venezia 1720 ca. Una larga cornice intagliata e dorata fa da struttura ad una seconda cornice che funge da anta apribile composta

Leggi »
Portagioie laccato

Portagioie laccato

Portagioie laccato Venezia, terzo quarto del XVIII secolo Piccolo cofanetto in legno dal profilo mosso con fasce sagomate e rette da quattro piedini; il coperchio

Leggi »
Armature veneziane fine XIX secolo

Armature veneziane

Coppia di armature veneziane Fine XIX secolo Coppia di armature da parata in stile neo-rinascimentale, della fine del XIX secolo. Tutte le superfici sono incise

Leggi »
Orologio da appoggio Louis Simon Boizot

Orologio Impero

Orologio da appoggio L’amour faisant passer le temps Louis Simon Boizot (attribuibile a) e Basile-Charles Le Roy Parigi, circa 1810 L’orologio da mensola in bronzo

Leggi »
Orologio da parete